?>

Recensione del film “Decision to leave”

Torna il cinema del grandissimo regista coreano Park Chan-Wook che già ci aveva stupito nel 2003 con Old Boy, vincitore del Gran Prix al 57° Festival di Cannes, per proseguire a conquistare il pubblico internazionale con Lady Vendetta (2005); Bakjwi – Thirst (2009) vincitore del Gran Premio della Giuria al 62° Festival di Cannes; Stoker (2013), che ha segnato il suo debutto a Hollywood; e Mademoiselle (2016) che, oltre a essere in concorso al 69° Festival di Cannes, ha anche vinto il premio come miglior film non in lingua inglese alla 71a edizione dei BAFTA.
Con Decision to leave, distribuito da Lucky Red e presente in tutte le sale cinematografiche italiane dal 2 febbraio, il regista dichiara che la sua intenzione è stata quella di “realizzare un film che progressivamente e in modo quasi impercettibile coinvolgesse il pubblico catturandone l’attenzione […] Decision to leave è un film per adulti. Anziché raccontare la storia di una perdita come evento tragico, ho cercato di raccontarla con leggerezza, eleganza e umorismo…”.

La mostra “Timeless Time” di Vincent Peters a Palazzo Reale

È la prima mostra monografica che arriva in Italia, e per la precisione a Milano, quella dedicata al fotografo tedesco di fama ormai indiscussa Vincent Peters. Visitabile già dal 12 gennaio resterà aperta fino al 26 febbraio 2023. Da sottolineare che la mostra è a ingresso gratuito e questo ha dell’eccezionale se consideriamo il valore immenso di quanto i visitatori potranno vedere.
La mostra è infatti promossa da Comune di Milano-Cultura e si inserisce all’interno di un viaggio intrapreso da Palazzo Reale tra i maestri della fotografia. Timeless time è dunque prodotta e organizzata da Palazzo Reale e Nobile Agency ed è a cura di Alessia Glaviano, Curator & Head of Global Photovogue.
Una selezione di 90 lavori in bianco e nero esposti nell’Appartamento dei principi al piano nobile di Palazzo Reale in un allestimento minimal che, oltre all’assoluta bellezza delle sale che accolgono gli scatti di Peters, si manifesta in tutta la sua eleganza anche grazie alla perfetta scelta della colonna sonora in sottofondo

Recensione del film “The Fabelmans” di Steven Spielberg

Lo abbiamo visto per voi qualche giorno fa l’ultimo capolavoro di Steven Spielberg uscito il 22 dicembre scorso. Si chiama “The Fabelmans”, indicando con questo nome quella che in realtà è la famiglia Spielberg ma lasciando intendere molto se traduciamo letteralmente: gli uomini delle favole. Spielberg qui si mette a nudo e racconta della nascita del suo amore per il cinema e del suo intrecciarsi alle difficili vicende familiari.
Lui, maestro unico, creatore di sogni lascia a ciascuno di noi la certezza che se crediamo davvero in qualcosa nulla è impossibile e dobbiamo far di tutto per realizzarla. Una grandissima lezione di cinema di un regista che, ancora una volta, si conferma immenso. Da vedere assolutamente

RECENSIONE IN ANTEPRIMA DEL FILM “CLOSE”

3 nelle sale italiane l’attesissimo film Close del regista belga Lukas Dhont, che nel precedente Girl aveva narrato di un corpo in transizione ma dall’identità sessuale già definita. Qui, invece, si narra della speciale amicizia tra due tredicenni la cui identità, compresa quella sessuale, è in divenire.
Il film, distribuito da Lucky Red, è reduce dalla vittoria del Gran Premio della Giuria a Cannes 2022 ed è il candidato del Belgio all’Oscar 2023 per il miglior lungometraggio internazionale.

Intervista a Lady Be, l’artista green che ricicla la plastica

Il nostro Alessandro Delfiore ha intervistato l’artista del riciclo della plastica Lady Be che l’anno scorso ci aveva mostrato i suoi cinque artisti preferiti per il Festival di Sanremo. Stavolta, invece, la troviamo allo Stadio Olimpico di Roma in occasione della partita Roma-Real Betis che si è svolta recentemente. Per l’occasione Lady Be ha realizzato la sua performance in uno dei luoghi dove ama portare l’arte, ovvero dove non ci si aspetta di trovarla.
Sentiamo che cosa ha raccontato di questa esperienza così particolare oltre che dei suoi progetti futuri e del suo modo di fare arte riciclando plastica e non solo

Recensione in anteprima del film “BROKER – LE BUONE STELLE” di Kore-eda Hirokazu

Da oggi, 13 ottobre, nelle sale italiane il film Broker – Le buone stelle del regista Kore-eda Hirokazu (Palma d’Oro a Cannes nel 2018 con il bellissimo Un affare di famiglia). La pellicola ha, tra i protagonisti, Song Kang-Ho, l’attore, per intendersi, di Parasite premiato quest’anno a Cannes per la miglior interpretazione maschile in questo film.
Il film è un leggiadro inno alla vita, carico di speranza anche laddove non parrebbe essercene

SITUAZIONE IN IRAN: INTERVISTA A VIRGINIA PISHBIN

Oggi intervistiamo Virginia Pishbin, sostenitrice e simpatizzante della Resistenza iraniana e membro dell’associazione Giovani iraniani residenti in Italia. Avevamo già parlato con lei e ci aveva illustrato il pugno duro del nuovo Presidente verso il dissenso. Non ha esitato, purtroppo, a mostrarlo a poco più di un anno dalla sua elezione dopo le proteste per la morte di Mahsa Amini

MILANO WINE WEEK 2022 – “Il vino con Milano intorno”

forzata” con ancora più eventi e un carattere d’internazionalità sempre maggiore. La grande attenzione alla sostenibilità e al bere consapevole renderanno quest’edizione davvero speciale. Dall’8 al 16 ottobre a Milano Milano si veste di-vino

Al Giardino di Giada per festeggiare la Festa della Luna

#alpassocoitempi l’abbiamo festeggiata al ristorante cinese più antico di Milano: il Giardino di Giada che, ancora una volta, ci ha portato dentro il suo mondo facendoci conoscere i piatti che sono stati scelti per celebrare questa ricorrenza così importante

RECENSIONE DEL FILM “IL PIANETA VERDE” DISPONIBILE SU NETFLIX

Il Pianeta Verde è un film uscito nel 1996 e firmato Coline Serraut (nota a tutti per Tre uomini e una culla), qui regista, sceneggiatrice e attrice. La pellicola è stata fortemente osteggiata e boicottata per i suoi contenuti altamente critici nei confronti della civiltà industriale. Al cinema pare ci sia stato ma per pochissimo tempo (c’è chi dice che invece non ci sia stato mai – io mi scuso ma al tempo non avevo seguito la questione). È stato bloccato e non pubblicizzato perché la visione ne è stata proibita dall’Unione Europea (pensate!) ma, grazie a un tam tam sotterraneo, si è imposto a un pubblico di appassionati e, da qualche mese, è disponibile alla visione su Netflix. Il nostro consiglio è di non perdervelo perché è un vero gioiellino imprescindibile non solo per gli amanti del cinema ma per tutti coloro che hanno a cuore questa umanità