Animali e cure: ora si risparmia sui farmaci

Dopo le nuove disposizioni che prevedono un aumento delle agevolazioni fiscali per chi “spende” per i propri animali domestici, arriva un’altra buona notizia per quei 4 italiani su 10 che vivono con un cane o con un gatto. La nuova legge firmata dal ministro della salute permette, infatti, di risparmiare fino al 90% sui farmaci per animali poiché consente ai veterinari di prescrivere per i quattro zampe medicine a uso umano. Il provvedimento era atteso da anni e ha messo d’accordo non solo tutte le fazioni politiche, ma anche le associazioni nazionali a tutela di animali e ambiente. Tra i più impegnati sul fronte c’erano Lav (Lega anti vivisezione), Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali) e Legambiente 

di Virginia Perini*

Come funzionava prima

Prima della firma dell’innovativo decreto legge, il veterinario non poteva in nessun caso prescrivere un farmaco ad uso umano, anche se formulato con un principio attivo identico. Il rischio era rappresentato da multe da migliaia di euro. Molti veterinari, però, si assumevano comunque la responsabilità di suggerire l’acquisto dei relativi farmaci generici soprattutto nel caso dei cortisonici, degli antibiotici e dei farmaci per le cardiopatie. 

Animali parte della famiglia

Il senso di marcia sembra essere proprio questo: gli animali entrano a tutti gli effetti a far parte della famiglia. Proprio in questi mesi è al vaglio della Camera una proposta di legge che “chiede” l’inserimento degli animali da compagnia nello stato di famiglia. Si tratterebbe di una svolta burocratica ma soprattutto “sociale” che ci porterebbe per la prima volta, concretamente, a relazionarci a un cane o un gatto come a figli e mariti. Parallelamente un movimento politico nuovo e sempre più seguito, Task Force Animalista, presieduto da Carolina Sala, ha organizzato un grande evento nazionale per il prossimo settembre in cui si chiederà ai poteri forti di cambiare il codice civile riconoscendo gli animali come esseri senzienti.

  • Chi è Virginia Perini
  • Virginia Perini è giornalista freelance, scrittrice e ghost writer; ha lavorato come redattrice e caporedattrice nella redazione del quotidiano online Affaritaliani.it per il quale ha curato anche la raccolta di scritti filosofici sulla crisi economica, Café Philo (Al editore). Laureata in Filosofia a Milano con una tesi sulle interpretazioni contemporanee del sistema hegeliano, ha insegnato filosofia e pubblicato Il piccolo libro dei grandi filosofi e Il piccolo libro dei grandi psicologi (Editoriale programma). Tra le sue grandi passioni, oltre a letteratura, cinema e serie tv, ci sono gli animali, in particolare i gatti di cui, anche grazie a una lunga esperienza come assistente veterinaria, conosce (e tuttora studia) il comportamento. Da qui è nato Il piccolo grande libro dei gatti (Editoriale programma).

Post Author: Valeria Cudini

Valeria Cudini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *