Riaperture musei e mostre: che cosa vedere a Milano

Finalmente, con il ritorno della Lombardia e di Milano in zona gialla, riaprono i musei, con la possibilità per i visitatori di ammirare le mostre finora sospese e partecipare all’inaugurazione di nuove e attese retrospettive.

Da martedì 27 aprile sarà nuovamente possibile visitare le collezioni permanenti di tutti i musei civici: Castello Sforzesco, Museo del Novecento, Acquario Civico, GAM – Galleria d’Arte Moderna, Palazzo Moriggia – Museo  del Risorgimento, Palazzo Morando – Costume, Moda, Immagine, Museo Archeologico, Casa-Museo Boschi Di Stefano, Studio Museo Francesco Messina.

I musei civici saranno aperti dalle 10 alle 17.30 con orario continuato, tranne il Museo del Novecento che prolungherà l’apertura sino alle 19.30.

Prenotazioni sul sito: https://museicivicimilano.vivaticket.it

di Francesca Ratti

A Palazzo Reale

A partire da  martedì 27 aprile riapriranno a Palazzo Reale le due grandi mostre sospese a causa dell’ultimo lockdown e dedicate a “I Talenti delle Donne”: Divine Avanguardie. Le donne nell’arte russa, in programma fino al 12 settembre e Primadonna. Margaret Bourke White visitabile fino al 29 agosto.

Aprirà finalmente al pubblico Le Signore dell’Arte,donne artiste vissute tra il ’500 e il ’600 e raccontate in una grande esposizione che resterà aperta fino al 25 luglio.

Al Pac

Al PAC riprenderà, invece, l’esposizione dedicata a Luisa Lambri, dal titolo Autoritratto visitabile fino al 19 settembre.

Al Castello Sforzesco

Al Castello Sforzesco riaprirà la mostra dedicata al talento e alla passione di  Giuseppe Bossi per Raffaello con viste possibili fino al 30 giugno. Dal 20 luglio, invece, sarà inaugurata l’eccezionale esposizione sulla scultura del Rinascimento Il corpo e l’anima. Da Donatello a Michelangelo coprodotta dal Castello Sforzesco e dal Musée du Louvre e curata dallo staff scientifico dei due grandi musei.

Sempre al Castello, nella meravigliosa Sala del Tesoro, l’11 giugno aprirà i battenti una mostra dedicata al grande poeta milanese Carlo Porta: El sur Carlo milanes,che fa parte delle iniziative del Comitato nazionale per le celebrazioni del bicentenario della morte di Porta (1821-2021), visitabile sino al 25 luglio.

Al Museo del Novecento

Il Museo del Novecento, invece, riapre le sue sale con un riallestimento completo dei due piani dell’Arengario dedicati all’arte italiana degli Anni ’20-’50, con la retrospettiva dedicata a Carlo Accardi visibile fino al 27 giugno, e con la mostra dedicata a Franco Guerzoni allestita al quarto piano al Nelli spazio degli Archivi che rimarrà aperta, invece, fino al 22 agosto. Una grande retrospettiva di Mario Sironi sarà allestita dal Museo, a partire dal 23 luglio fino al 31 marzo 2022.

Al Museo Archeologico

Il Museo Archeologico riaprirà la sua sede espositiva il 7 maggio con la mostra “Sotto il cielo di Nut. Egitto Divino, con l’esposizione di nuove importanti opere delle collezioni civiche in parte restaurate durante il periodo di chiusura causa Covid, che verrà prorogata fino al 30 gennaio 2022.

Al Mudec

Al MUDEC sarà possibile visitare nuovamente, fino al 20 giugno, l’esposizione su Qhapaq Ñan. La grande strada inca, allestitanella Sala Khaled Assad. Sempre il MUDEC sarà protagonista di un’altra splendida mostra fotografica Io sono/I am dedicata all’importantissimo tema della migrazione che ci farà compagnia fino al 1° agosto. Da domenica 1° maggio, il MUDEC proporrà due eccezionali mostre, quella fotografica dedicata a Tina Modotti, intitolataTina Modotti. Donne, Messico e Libertà che chiuderà il 7 novembre e il progetto Robot. The Human Project fino al 1° agosto.

A Palazzo Morando

Il 27 aprile anche Palazzo Morando – Costume, Moda, Immagine proporrà al pubblico la mostra Green Grand Tour su Federica Galli che sarà possibile ammirare fino al 27 giugno.

All’Acquario Civico

Riapriranno poi l’Acquario Civico, che ospiterà la mostra di Barbara Pietrasanta dal titolo Naufraghi e Naufragi fino al 30 maggio, e il Museo Messina che presenterà la nuova esposizione intitolata Decade che abiterà gli spazi espositivi dello Studio fino al 2 giugno. Casa della Memoria dedicherà alle celebrazioni del 25 aprile una mostra-raccolta dei quotidiani italiani della primavera del ’45.

Alla Casa-Museo Boschi Di Stefano

La Casa-Museo Boschi Di Stefano inaugurerà il 18 maggio la mostra monografica dedicata a Cesare Peverelli (1922-2000) all’interno della serie “Visti da vicino” che rimarrà aperta fino al 4 luglio.

Alla GAM

Infine alla GAM sarà protagonista l’arte contemporanea con la nuova mostra personale, per la prima volta in Italia, di Nairy Baghramian, intitolata Misfits realizzata in collaborazione con Fondazione Furla che aprirà al pubblico il prossimo 26 maggio e che occuperà gli spazi interni ed esterni della Villa Reale proseguendo fino al 26 settembre.

Post Author: Francesca Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *