Cinema d’iDea

Si svolgerà in streaming dal 15 al 21 novembre sulla piattaforma www.streeen.org il festival Cinema d’iDea – Women International Film Festival, il quale, giunto alla sua quarta edizione, persegue la finalità di far emergere la centralità dei film diretti da registe donne. In una situazione come quella che stiamo vivendo si tratta di una bellissima opportunità per far conoscere opere femminili internazionali a un pubblico più ampio. Sosteniamo il cinema, parliamo di donne

di Francesca Ratti

Si comincia oggi, sabato 14 novembre, con la proiezione gratuita del film Platform, diretto dalla regista iraniana Sarah Mosayebi, vincitore della scorsa edizione, in cui viene raccontata la storia di tre sorelle campionesse di wushu, un’arte marziale cinese.

Citizen Rosi apre ufficialmente domani 15 novembre il festival

La vera apertura di Cinema d’iDea 2020, sarà affidata, il 15 novembre, al biopic Citizen Rosi, di Didi Gnocchi e Carolina Rosi, documentario sulla vita del grande Maestro del cinema Francesco Rosi scomparso nel 2015. Il film si è aggiudicato il Premio Pasinetti assegnato dal SNGCI, il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani alla Mostra di Venezia.

La voce narrante che accompagna lo spettatore attraverso il documentario è quella di Carolina Rosi, figlia del regista scomparso e numerosi registi, giornalisti, magistrati e amici quali Roberto Andò, Lirio Abbate, Gherardo Colombo, Nino Di Matteo, Marco Tullio Giordana, Nicola Gratteri, Roberto Saviano, Giuseppe Tornatore, John Turturro, Costa Gravas e Giancarlo de Cataldo sono protagonisti in qualità di intervistati sul loro rapporto col Maestro.

Molte produzioni iraniane come Touran Khanom

Tra i vari film in programma vi sono diverse produzioni iraniane oltre al già citato Platform, per esempio Touran Khanom, diretto da Rakhshan Banietemad e Mojtaba Mirtahmasab, incentrato sulla figura di Touran Mirhadi (Khomarloo), importante riferimento nell’ambito educativo infantile in Iran.

Fuori concorso We Are Soldiers di Svitlana Smirnova

Verrà proposto, invece, fuori concorso We Are Soldiers di Svitlana Smirnova, nel quale sono protagonisti tre volontari ucraini rimasti feriti durante la guerra, iniziata nel 2014, tra Russia e Ucraina per la Crimea e il Donbass, che vengono curati all’ospedale di Kiev, rappresentando così una riflessione sull’assurdità della guerra.

Alcuni film saranno presentati, con il contributo delle registe, delle  sceneggiatrici e della giuria, attraverso dirette su Facebook.

Il 21 novembre avverrà la premiazione da parte della giuria internazionale

Sabato 21 novembre saranno decisi i film premiati scelti dalla giuria internazionale composta dalla sceneggiatrice italiana Giovanna Koch, dai produttori francesi Nicolas e Sarah-Lou Billon, dall’autrice e attrice messicana Paula Rivera, dallo sceneggiatore, regista e drammaturgo italiano Nino Russo, dalla giornalista austriaca Christine Hoefferer, e dall’economista e docente italiano Gianni Celata.

Il 20 novembre destinato ai cortometraggi sul mondo dei bambini e degli adolescenti

Sarà possibile ogni giorno, con un solo biglietto, vedere due lungometraggi. Venerdì 20 novembre sarà, invece, proposto un programma di dieci cortometraggi che avranno la particolarità di esplorare il mondo di bambini e adolescenti.

Informazioni per l’accesso e costi

Si potrà accedere alla visione di ogni coppia di film dalle 18.30 per 48 dal primo accesso.

I biglietti si potranno acquistare anche nei giorni precedenti la visione.

Un biglietto ha il costo di € 3,50, mentre tutto il festival sarà visibile al prezzo di 10 euro.

Tutte le informazioni per l’acquisto dei biglietti e per vedere i film con un semplice click alla pagina: https://streeen.org/home-page-cinema-didea

Post Author: Francesca Ratti

Francesca Ratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *